Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

FIJLKAM NEWS - FIJLKAM C.R.LOMBARDO : NOTIZIE - COMUNICATI, EVENTI, NOTIZIE

clicca e potrai leggere :
- FIJLKAM NEWS
- FIJLKAM C.R.LOMBARDO SETT. JUDO : notizie e comunicati
- cancellazione evento in programma a settembre
- CONI : pronto soccorso sportivo e seminario fiscale a Varese
- stage con Fabio Basile
- Ronin Monza : allenamento il 15.9 e lezione il 29.9
- info, notizie ed altro

 

 

FIJLKAM NEWS

EJU OTC Roma, 7/11 ottobre 2019 - Informativa Atleti Italiani

In allegato.

Cordiali saluti

Area Sportiva - Settore Judo

 


 

Test SportData Iscrizione Campionato Italiano a Squadre

Buonasera,

si informano le Società Sportive che la Federazione sta effettuando dei test per l'iscrizione online sul portale SportData delle squadre e degli atleti al Campionato Italiano a Squadre.

Il test prevede esclusivamente l'accesso da parte del personale Federale, pertanto resta confermata l'iscrizione alla gara tramite la casella di posta judo.nazionale@fijlkam nei termini riportati sull’informativa (entro il 16 settembre 2019).

Cordiali saluti.

Area Sportiva Judo Nazionale

 


 

CRL Comitato Regione Lombardia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Spett.li Società,

gentili Tecnici,

la presente per segnalare che il " Trofeo Ceccarelli", in programma per il 29 settembre e organizzato dalla ASD Ginnastica Paullese, è stato annullato per causa danneggiamenti alla struttura dovuti al maltempo.

Inviamo in allegato il calendario aggiornato del secondo semestre.

Cogliamo l'occasione per ricordare che la lezione del M°Peloso per il passaggio di IV V VI dal del 14 settembre è stata rinviata ala 21 settore p.v. stessa sede stesso orario C/O ENERGY MEDIGLIA,  STRADA 15 (BETTOLA-SORDIO) 7 ORE 15:00-18:00.


Grazie per la disponibilità

Cordiali saluti
CRL judo

 


 

Sabato 14 settembre Allenamento Regionale Peschiera VR.

Spett.li Società,

gentili Tecnici,

sperando di far cosa gradita, vi inoltriamo con la presente, un invito esteso anche agli atleti e tecnici della Lombardia, dal Comitato regionale Veneto settore judo, organizzatore del seguente allenamento:

Sabato 14 settembre Allenamento Regionale Peschiera (VR)

Sede: palestra Judo club Peschiera via don Biondani, Peschiera del Garda (VR)
Esordienti A e B dalle ore 15.30 alle ore 17.00
Cadetti, JU/SE dalle ore 17.00 alle ore 18.30
Nella fascia Cadetti JU/SE, possono partecipare gli Esordienti B ultimo anno.

Si ricorda che, qualora vi sia la partecipazione di Atleti non evoluti è opportuna la presenza dei tecnici della società di appartenenza.

Gli allenamenti saranno diretti dal CT Regionale, M° Alessandro Esposito, con la collaborazione degli allenatori regionali.

Non è necessario segnalare la presenza.

Cordiale saluti,

CRL judo

 


 

Moduli 5/6/7 aggiornamento insegnanti tecnici 2019

Spett.li Società,


ricordiamo che i moduli 5/6/7 del corso di aggiornamento tecnici 2019 si 
svolgeranno sabato 21 e domenica 22 settembre, presso il PalaLovato, in 
via Roma a Gorle (BG).

Tutte le indicazioni sono pubblicate nella circolare 19/a, che inviamo 
in allegato e che potete trovare anche sul sito regionale al seguente link:

https://www.fijlkam.it/lombardia/judo/comunicati-e-circolari-judo/103-prot-19-integrazione-corsi-di-aggiornamento-obbligatorio-2019-per-tecnici-di-judo/file.html

grazie per la collaborazione,

Cordiali saluti
CRL judo

 


 

ANNULLAMENTO TROFEO

Buon giorno,

Scusandoci con tutte le società che ci avevano già inoltrato le iscrizioni e/o avevano intenzione di partecipare al nostro trofeo del 28 Settembre dobbiamo comunicare che:

Il trofeo È ANNULLATO CAUSA INAGIBILITA DELLA STRUTTURA a causa dei temporali delle settimane scorse che ha causato più perdite dal tetto che richiedono un accurato controllo della struttura. 

Ci spiace moltissimo per l'inconveniente

Pestillo Giuseppe 

Asd Ginnastica Paullese

 


 

Invito all'evento: Allenamento Ronin Monza

DOMENICA 15 SETTEMBRE 

(con gli esordienti A e B puoi portare anche i 

"Ragazzi" ultimo anno, da cintura verde) 

ti invito a questo interessante seminario (vedi allegati) 

sulla prosecuzione del lavoro coi bambini di 

Movi-mente (4/6 anni) al judo (7 anni e successivi) 

che si terrà

DOMENICA 29 SETTEMBRE

sempre al Ronin

Domenica 15 settembre dalle ore 9.00 alle ore 10.30 per esordienti A/B

 

dalle ore 10.30 alle ore 12.00 per cadetti, juniores, seniores e master.

 

Le lezioni saranno tenute dai maestri Diego Brambilla e Fabrizio Bernabè grazie alla collaborazione dell'Isao Okano con il Ronin Monza

 

Ricordiamo di munire gli atleti di autorizzazione firmata dal presidente della società.

 

 


 

stage con Fabio Basile Milano 13 ottobre 2019

invio in allegato le due locandine della giornata di domenica 13 ottobre 2019 con Fabio Basile.

a questo link tutti i dettagli

http://www.palestra-judo-milano.it/judoexperience

vi ringrazio dell’attenzione

elena cavalli

Jitakyoei Samurai < Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. >'; document.write(''); document.write(addy_text33556); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;

 


 

PRONTO SOCCORSO SPORTIVO

Buongiorno

Trasmettiamo in allegato una lettera a firma congiunta del Presidente FMSI, dott. Maurizio Casasco e del Presidente CONI Lombardia, prof. Oreste Perri, relativa al "Pronto Soccorso Sportivo con defibrillazione (D.M. cd.  "Balduzzi" del 24/04/2013).

Data l'importanza dell'argomento Vi chiediamo volerne dare la massima divulgazione alle vostre società sportive

Grati per la sempre fattiva collaborazione inviamo i più cordiali saluti. 

Coni Delegazione di Varese

 


 

 

Seminario fiscale- Varese 21 ottobre 2019

Buongiorno

Invio la locandina del corso in oggetto con preghiera di divulgare il seminario  alle vostre società sportive.

Si allega il seguente link

http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi/corso/2978-Fisco_e_Societ%C3%A0_Sportive_-_VARESE.html

cordiali saluti

Coni Delegazione di Varese

Donatella Bianchi

 

 


 

Scopri quali sono i verbali minimi che devi fare in un anno

Oggi proviamo a rispondere a una delle domande che ci arrivano più frequentemente.

Quanti verbali devo fare in un anno? 

Qual è il numero minimo?

Questa faccenda dei verbali è così importante e le risposte sono sempre così difficili da trovare, che abbiamo deciso di dedicare al tema dei verbali  una intera sessione delle quattro previste nel nostro corso PRESIDENTE CORAZZATO (clicca qui per tutti i dettagli)

Prima di cercare di rispondere alle domande più comuni sui verbali è bene fare una premessa fondamentale. 

L’unica risposta giusta alle domande più frequenti sui verbali e che può andar bene per tutti è... DIPENDE.

Infatti il numero dei verbali minimi da fare, con quale frequenza, etc può variare da un’associazione all’altra.

Dipende, appunto. Ma da cosa dipende?

Innanzitutto dal vostro statuto.

Solitamente lo statuto, soprattutto una statuto fatto bene, prevede espressamente solo i verbali obbligatori.

Ma è anche possibile che lo statuto preveda degli altri adempimenti non obbligatori per legge.

Ti faccio tre esempi diversi per farti capire:

Esempio 1.

Lo statuto dice: “il Consiglio Direttivo si riunirà quando ci sarà la necessità, e comunque non meno di 4 volte all’anno.”

In questo caso quindi, anche se la Legge non impone un numero minimo di verbali all’anno da parte del Consiglio Direttivo, sarà necessario fare almeno 4 riunioni e relativi verbali.

Esempio 2.

Lo statuto dice “L’assemblea dei soci approva annualmente il rendiconto e il bilancio di previsione”. Questo è un caso davvero molto comune.

In questo caso lo statuto impone un obbligo rispetto ai punti da discutere in assemblea soci.

Il bilancio di previsione non è un obbligo di legge. Ma se il tuo statuto prevede che l’assemblea dei soci approvi un preventivo per l’anno futuro, questo è un obbligo a cui devi attenerti.

Esempio 3.

Nello statuto dell’associazione sono previsto altri Organi sociali, oltre all’assemblea dei soci e al Consiglio Direttivo, che sono quelli minimi e obbligatori insieme al presidente.

Ad esempio, uno statuto potrebbe prevedere la presenza di un Collegio di Revisori, e prevedere che “il rendiconto economico presentato in assemblea dei soci sia accompagnato da una relazione da parte dei Collegio dei Revisori che dovrà esprimere un parere in merito”.

In questo caso sarà quindi necessario avere questo parere e avere un verbale della riunione dei revisori in cui si analizza il rendiconto prima che venga sottoposto all’assemblea.

Insomma, tutto ciò che il tuo statuto prevede come obbligatorio, anche se non obbligatorio per Legge, diventa un adempimento che devi rispettare.

Se non lo fai non avrai rispettato le regole fondamentali che l’associazione si è data, e quindi potresti esporti a diverse contestazioni. Da parte del Fisco, da parte dei soci, da parte di chi ti vuole fare le scarpe in associazione…

Detto ciò, ci sono alcuni obblighi di legge che devono essere rispettati, da cui discendono anche i verbali che non puoi non avere.

Verbale dell’assemblea soci (ordinaria o straordinaria) entro 4 mesi dalla chiusura dell’anno sociale con all’ordine del giorno l’approvazione del rendiconto.

Verbale di assemblea dei soci ogni volta in cui sarà necessario nominare nuovi organi dell’associazione (il Consiglio Direttivo, il Presidente - se lo statuto non prevede che venga eletto dal Consiglio Direttivo stesso- o altri organi come i Probiviri)

Verbali del Direttivo per l'approvazione dei nuovi soci.
Quanti? Con che frequenza?
Anche qui... Dipende dal numero di soci e da eventuali obblighi previsti nel vostro statuto

Verbale del consiglio direttivo che approva il rendiconto (meglio se accompagnato anche della relazione di missione) da portare in assemblea soci e che convoca la stessa.

Verbale del consiglio direttivo che definisce annualmente la quota associativa annuale

Questi sono i verbali minimi, ma sono sufficienti?

In realtà no.

A seconda delle attività che fai, di come l’associazione è organizzata, dei nuovi obblighi di legge, potresti essere obbligato a fare altri verbali.

Ad esempio, se organizzi corsi sarà necessario fare una delibera in cui definisci un tariffario. Se hai collaboratori, sarà bene avere un verbale del direttivo in cui si dà mandato di attivare questa o quella collaborazione.

Senza contare poi gli adeguamenti normativi, come il GDPR che ha imposto a tutti di adottare nuovi strumenti a tutela della privacy dei soci ( a proposito, se ancora non ti sei adeguato clicca qui per capire come fare)

Non sottovalutare l’importanza di un libro verbali ben fatto. Questo, insieme allo statuto e al libro soci sono i primi documenti ad essere controllati.

Sorrido quando vedo quanto vi preoccupate per le ricevute, o per le dichiarazioni fiscali (che sono importanti eh!) e magari non avete mai fatto uno straccio di verbale.

Il punto è questo. Un controllo fiscale mira a dimostrare che la tua non è un’associazione, per poterti far pagare tasse e sanzioni su TUTTE le entrate.

Per dimostrare di essere una vera associazione devi avere statuto, libro soci e libro verbali in ordine.

Se questi sono a posto, e qualche dichiarazione fiscale non va, rischi comunque una sanzione, ma fidati, niente a che vedere con la possibile sanzione che potresti ricevere se gli ispettori riescono a dimostrare che la tua è una falsa associazione.

Per questo quando scegli un professionista che segue la tua associazione, devi ricordarti che gli adempimenti fiscali non sono più del 30% delle cose che devi fare per essere a posto.

Se il professionista che ti segue si occupa solo di certificazioni e dichiarazioni, ma non controlla con te i verbali, non ti aggiorna rispetto ai nuovi obblighi di legge, non ti spiega le corrette procedure di ammissione o decadenza dei nuovi soci, ti stai affidando a qualcuno che fa solo un terzo di quanto sarebbe necessario. E non perché non sia un buon professionista. Semplicemente perché non lo fa. Non lo inserisce neanche a preventivo!

Per questo abbiamo creato Blindo, un servizio di gestione della tua associazione in cui noi di Teamartist ci occupiamo di OGNI aspetto, per farti star tranquillo e essere a posto su OGNI aspetto dell'associazione

>>> Se vuoi avere maggiori informazioni su BLINDO clicca qui<<<

Ti chiederemo qualche informazione e verrai  contattato da un nostro operatore nei prossimi giorni per capire come possiamo aiutarti.

A presto, 

Stefano

Stefano Marini - TeamArtist Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

Scopri gli errori da NON fare quando fai pubblicità alla tua associazione

Ciao, 

Questo è il periodo dell’anno in cui quasi tutte le associazioni riprendono le proprie attività.

Per questo è anche il momento dell’anno in cui si fanno azioni di promozione dei corsi e delle iniziative per aumentare il numero degli iscritti.

Se anche tu ti sei occupato di questo probabilmente avrai dedicato qualche ora a decidere quale mezzo usare per farti pubblicità, quale grafica, quale strategia implementare.

Quello che però forse non sai è che esiste, dal punto di vista dello Stato, una differenza sostanziale tra ciò che si intende come PROMOZIONE e ciò che si intende come PUBBLICITA’.

Per noi comuni mortali queste due parole sono equivalenti, al punto che si dice “sto promuovendo i miei corsi” e “sto facendo pubblicità alle mie attività”  intendo esattamente la stessa cosa.

Ma, come ti dicevo, lo Stato - e in particolare gli ispettori fiscali- distinguono queste due attività.

In particolare si parla di PUBBLICITA’ COMMERCIALE quando le modalità scelte per sponsorizzare le proprie attività sono considerate analoghe a quelle utilizzate nel settore profit.

Cosa significa? Difficile dirlo… Infatti è estremamente complicato tracciare un confine e capire quando un messaggio, una locandina, un post sponsorizzato su Facebook è da considerarsi una promozione delle attività (quindi ammessa dal fisco) e quando invece si tratti di una pubblicità commerciale.

Il tema non è affatto scontato. 

Giusto per darti l’idea della portata del problema, considera che noi di Teamartist abbiamo negli anni studiato centinaia di verbali di accertamento.

I verbali di accertamento sono quel resoconto delle contestazioni che vengono fatte ad associazioni che vengono controllate dal Fisco italiano, nel quale sono elencate le mancanze dell’associazione che motivano la multa che viene fatta.

Ecco, nel 90% dei verbali studiati viene contestato come le attività vengono promosse.

Ecco di seguito uno stralcio di verbale che ti permette di capire meglio di cosa stiamo parlando.

“L’associazione per promuovere i servizi offerti, sfrutta i canali pubblicitari, in particolare quelli su internet con spirito progettato, nella forma (grafica e tipo di foto) e nei contenuti, con lo scopo di vendere dei servizi più che diffondere la cultura sportiva o divulgare lo spirito associativo connesso all’attività svolta.”

Sappi che questa frase, quasi identica, torna nel 90% dei verbali che abbiamo studiato.

Come vedi è una contestazione molto generica, dalla quale è difficile trarre indicazioni specifiche da seguire.

Ovviamente la soluzione non può essere “allora non faccio nessun tipo di promozione”, perché sai meglio di me che senza soci l’attività dell’associazione si ferma.

Però devi capire come puoi promuovere le attività senza che questa venga considerata una attività commerciale.

Capirlo è importante per due motivi.

Primo perché, come hai visto, in caso di controllo questo aspetto è oggetto di accertamento e di contestazione.

Il secondo è un po’ più articolato e provo a spigartelo in due righe.

Una associazione può subire un accertamento fiscale per diversi motivi. Esiste fra questi anche la semplice sfortuna, cioè che la tua associazione venga sorteggiata.

Ma questa possibilità è abbastanza remota. Molto più spesso un’associazione subisce un accertamento perché, magari in maniera inconsapevole, chi la gestisce ha fatto suonare un campanello d’allarme, come se avesse acceso su di sé un faro da parte degli accertatori fiscali.

Ovviamente come ti presenti on line, che risultati escono se vi si cerca su internet, più in generale qual è la vostra immagine pubblica e come sono le vostre campagne promozionali sono fra le prime cose che possono destare i sospetti del fisco e portare un accertamento diretto in associazione.

Per questo è importante conoscere quali sono questi campanelli d’allarme e come prevenire possibili comportamenti che possono mettervi in pericolo.

Questi questioni, di importanza strategica per chi gestisce una associazione no profit, li abbiamo provati a riassumere in un corso dal titolo “I controlli fiscali nelle associazioni no profit” che abbiamo fatto dal vivo gli anni passati a cui hanno partecipato centinaia di dirigenti di associazioni no profit.

Questo corso oggi non è più disponibile e non è in vendita.

“Ma allora Stefano perché me ne stai parlando?” Ti starai chiedendo…

Te ne parlo perché abbiamo deciso di regalare - ripeto REGALARE- le registrazioni di questo corso SOLO ad alcuni fortunati, ovvero coloro che decideranno di venire a PRESIDENTE CORAZZATO - IL CORSO ESSENZIALE DI SOPRAVVIVENZA che si terrà a Milano il prossimo 19 ottobre.

>>> CLICCA QUI PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI SU PRESIDENTE CORAZZATO E SUI BONUS CHE TI ABBIAMO RISERVATO

A presto

Stefano Marini

Teamartist

 

Ultima modifica ilSabato, 14 Settembre 2019 14:23
Devi effettuare il login per inviare commenti
Back to top