Logo
Stampa questa pagina

FIJLAKM NEWS - FIJLKAM C.R.LOMBARDIA SETT JUDO : INTERCENTRI DI NOVEMBRE - SEMINARI, EVENTI ED ALTRO SEGNALATI DALLA RETE

FIJLAKM NEWS - FIJLKAM C.R.LOMBARDIA SETT JUDO : INTERCENTRI DI NOVEMBRE - SEMINARI, EVENTI ED ALTRO SEGNALATI DALLA RETE

clicca e potrai leggere :
- FIJLKAM NEWS
- FIJLKAM C.R.LOMBARDO SETT JUDO : date intercentri di novembre, kata
- SEMINARIO A VARESE : psico e sport
- varie info e notizie dalla rete

 

 

 

FIJLKAM NEWS

Un altro podio per gli Azzurri. Ai Mondiali di Tenerife bronzo per cadetto Carmine Luciano

Roma, 28 ottobre 2017 - Gli azzurri del Karate non finiscono mai di stupire. Ai Mondiali Cadetti, Juniores e Under 21 arriva ancora una medaglia. Carmine Luciano sale sul podio conquistando il bronzo nella gara dei 52 kg dei Cadetti. Il percorso dell’atleta italiano parte con un’affermazione per hantei contro il tedesco Obitz, nel secondo turno arriva un successo nettissimo (7-0) contro il portoghese Diogo Sousa. Nel terzo combattimento  l’italiano si impone per 4-1 contro l’inglese Day Ethan. Il cammino si interrompe contro l’egiziano Mohammed Salah; si va ai ripescaggi dove la vittoria contro Cheng Hai Pan gli regala la finale per il terzo posto poi vinta contro l’iraniano Aghdasi. Nella competizione delle Canarie si fa apprezzare anche Mattia Ciarloni (57 kg) che vince tre incontri e arriva fino alle porte della finale per il bronzo: per lui, fatale la sconfitta nei ripescaggi con il macedone Svinarski: onorevole settimo posto. Breve il percorso degli altri Cadetti: Daniele De Vivo (63 kg) esce al primo turno contro iraniano Davoudiiman, la gara di Matteo Fiore (70 kg) dura due turni, Francesco Di Mauro vince all’esordio, ma cade subito dopo contro il giapponese Sakihama. La migliore tra le ragazze è Asia Agus (47 kg) che vince tre combattimenti prima di cedere contro l’elvetica Voegelin: alla fine chiude al settimo posto. Martina Boselli (54 kg) e Anastasia Capritti (+54 kg) escono al primo turno. Non vanno meglio le loro compagne nella gara riservata alle Under 21; Annamaria Damolideo (50 kg) viene eliminata per hantei al primo turno dalla russa Asadullina, stesso destino per Sara Brogneri (61 kg) battuta dalla marocchina Errabi. Eleonora Lanzone (55 kg) supera il primo turno contro l’olandese Eerden, poi perde di misura contro la canadese Carriere. 

Judo Bronzo spagnolo per Boi e Meloni a Malaga

Ostia, 28 ottobre 2017. Miriam Boi ed Augusto Meloni hanno ottenuto il terzo posto a Malaga, in occasione dell’European Cup Senior con 317 atleti di 28 nazioni. Tre le vittorie che hanno consentito a Miriam Boi di salire sul terzo gradino del podio nei 57 kg, su Sappho Coban (Ger), Emilie Amaron (Sui) e, dopo essere uscita sconfitta in semifinale da Lola Benarroche (Fra), su Martina Lo Giudice, in una finale tutta italiana. Un’altra sfida tutta italiana è stata quella affrontata da Augusto Meloni nei recuperi dei 73 kg con Emanuele Bruno. L’ha vinta Meloni che poi si è aggiudicato il terzo posto superando il tedesco Hamsat Isaev. Precedentemente aveva vinto nell’ordine su Sanchez Fernandez (Esp) e Puechel (Ger), dopo la sconfitta da Ramirez (Esp), ha superato ancora il francese Chausson

Judo Quinto posto al Grand Slam per un ‘Grand Giuliano’ ad Abu Dhabi

Abu Dhabi, 28 ottobre 2017. Giuliano Loporchio si è classificato al quinto posto nel Grand Slam ad Abu Dhabi. Il percorso affrontato per approdare alla semifinale dei 100 kg è sufficiente a raccontare il valore della prestazione del 25enne pugliese, ippon a Johannes Frey (Ger), al golden score con Varlam Liparteliani (Geo) e ancora ippon con l’israeliano Peter Paltchik. Poi due russi, prima Bilalov e poi Denisov, hanno lasciato Giuliano Loporchio giù dal podio, ma la certificazione di qualità non può essere messa in discussione. “Purtroppo chiudo l’ultima gara dell’anno con tanta amarezza – ha detto Giuliano - perché sono consapevole che oggi mi sono battuto con i più forti e me la sono giocata con tutti. Sarebbe potuta andare meglio, ma questa è solo una tappa verso l’obiettivo, per il quale sto lavorando duramente. Dalla delusione di oggi troverò la forza per la prossima occasione”. Un buon incontro è stato anche quello disputato da Nicholas Mungai nei 90 kg, nonostante la vittoria abbia premiato Mihail Marchitan (Uae). “Grande gara di Giuliano – ha riassunto il coach Francesco Bruyere - ha un’ottima posizione, deve solo avere più fiducia nelle sue capacità e prendere sicurezza negli attacchi, poi può battere chiunque e oggi lo ha dimostrato. Nel complesso la trasferta è stata ricca e proficua, e ci lascia ottime prospettive per i prossimi impegni”. Interessante l’episodio che si è verificato nella finale dei 100 kg: azione di shime waza di Nikiforov su Bilalov, che determina la resa anche bloccando la gamba del russo. Ippon annunciato, verifica: ippon annullato. Motivo: non è più possibile bloccare la gamba nell’azione di shime waza (lo fece anche Basile a Rio con Shikhalizada). L’aggiornamento al regolamento è stato comunicato in tutte le riunioni tecniche più recenti e sarà pubblicato nell’imminente riedizione del booklet. Vedi al minuto 3:50 del VIDEO

90: 1) Nikoloz Sherazadishvili (Esp), 2) Beka Gviniashvili (Geo), 3) Mammadali Mehdiyev (Aze) e Zachary Burt (Can); 100: 1) Niiaz Bilalov (Rus), 2) Toma Nikiforov (Bel), 3) Peter Paltchik (Isr) e Kirill Denisov (Rus); +100: 1) Cyrille Maret (Fra), 2) Maciej Sarnacki (Pol), 3) Anton Krivobokov (Rus) e Or Sasson (Isr); 78: 1) Natalie Powell (Gbr), 2) Marhinde Verkerk (Ned), 3) Mayra Aguiar (Bra) e Guusje Steenhuis (Ned); +78: 1) Tessie Savelkouls (Ned), Iryna Kindzerska (Aze), 3) Beatriz Sousa (Bra) e Marie Suelen Altheman (Bra)

Judo Sara Lisciani prima a Capodistria, nove medaglie nell’European Cup Cadetti

Ostia, 28 ottobre 2017. Un primo, tre secondi e cinque terzi posti! Ben nove le medaglie per l’Italia a Capodistria in occasione della prima giornata dell’European Cadet Cup in Slovenia, alla quale partecipano 230 atleti di 17 nazioni. Numerosissimi gli italiani in gara, 63, più di tutte le altre nazioni, Slovenia compresa, ma per un risultato che ha trovato riscontro nel primo posto di Sara Lisciani (48), i secondi posti di Alessia Tedeschi (52), Michele Schiraldi (55), Cristiano Grimaudo (66) ed i terzi posti di Carlotta Avanzato (48), Silvia Giuseppa Drago (44), Aris Manzi (55), Michele Ronzoni (60) e Leonardo Valeriani (60).

Finalmente regina, Gwend d’oro nel Grand Slam ad Abu Dhabi. Basile quinto

Roma, 27 ottobre 2017 - Finalmente prima! Ad Abu Dhabi Edwige Gwend è ritornata alla vittoria centrando il primo posto dei 63 chilogrammi nel Grand Slam degli Emirati Arabi Uniti. Un risultato di rilievo per l’azzurra 27enne che, nonostante un palmares ricco e prestigioso, ultimamente è rimasta troppo spesso ai piedi del podio: il suo ultimo primo posto a livello internazionale risale all’ottobre 2015 nel Grand Prix a Tashkent. Finalmente ad Abu Dhabi è arrivata la prima vittoria in un Grand Slam. Con quattro vittorie, sull’uzbeka Ibragimova, la canadese Burt, l’austriaca Unterwurzacher e, in finale, al golden score ha chiuso per una sanzione con la britannica Renshall. Più che vittoria scaccia crisi, la si deve chiamare scaccia tabù. Il primo Grand Slam nei 73 chilogrammi di Fabio Basile si è concluso invece con un quinto posto bello e significativo. Podio sfiorato, ma grande prestazione nella quale Fabio si è messo in gioco con tutte le sue qualità, che sono tante, pagando il giusto e prevedibile tributo alla categoria superiore. Nonostante la difficoltà del cambio di categoria, sensibile sul piano della potenza, Fabio ha disputato cinque incontri vincendone tre, con Turner (USA), Lee (KOR) e Macias (SWE). Lo hanno sconfitto Ganbaatar (MGL) e Butbul (ISR). La gara di Antonio Esposito negli 81 chilogrammi si è interrotta nel modo peggiore: dopo la vittoria sull’argentino Morales Martinatto si è procurato un infortunio al ginocchio destro affrontando il mongolo Otgonbaatar. Domani sono attesi alla prova Nicholas Mungai (90) e Giuliano Loporchio (100). “Non ci sono troppe parole da spendere per Edwige, perché quando combatte così, lucida e concentrata, è un problema per tutto il mondo – ha commentato il coach Francesco Bruyere - in finale ha gestito tatticamente bene un incontro scomodo con un avversaria ostica, ma senza mai andare in difficoltà. Davvero molto bene. Fabio ovviamente, e come ci aspettavamo, ha sofferto la fisicità degli avversari. A questi livelli pochi chili in più fanno la differenza, deve costruirsi e lavorare ancora per trovare la sua dimensione in questa categoria. Ma tirando le somme ha provato sempre ad attaccare, ha battuto il numero 6 della ranking e ha disputato una finale in un Grand Slam come prima uscita, non male direi. Antonio purtroppo ha subìto un infortunio al collaterale interno del ginocchio su un contrattacco del mongolo al golden score. Un peccato perché oggi stava bene e sono sicuro che sarebbe arrivato in fondo anche lui. Aspettiamo di tornare in Italia per gli accertamenti necessari e intanto speriamo che non sia nulla di grave”. “Sono abbastanza soddisfatto di questa gara – ha detto Fabio Basile – tengo anche conto che ho deciso il cambio di categoria poche settimane fa e mi sono confrontato subito con alcuni fra i migliori al mondo. È stata una prova ardua, ma sono contento anche perché ho battuto degli avversari di alto spessore, come lo svedese Macias, che è uno dei big della categoria (sesto nella WRL, ndr), penso che la strada sia quella giusta, anche se c’è sempre tanto da fare e tanto da imparare. Sì, sono felice e senza rimpianti!”.

 


 

Fijlkam C.R.LOMBARDO SETT JUDO

Calendario Intercentri e attività giovanile

Spett.li Società,

in allegato:

- calendario intercentri novembre 2017

- calendario allenamenti preagonistici e agonistici giovanili con alcune modifiche rispetto al precedente.

Ricordiamo che gli atleti dovranno essere autorizzati dalla società di appartenenza e per gli allenamenti giovanili accompagnati da un incaricato della società stessa.

Tutti gli atleti partecipanti devono essere regolarmente tesserati FIJLKAM o ente di promozione sportiva convenzionata alla Federazione e che le Società hanno l'obbligo di accertarsi che il certificato medico di ogni loro atleta sia con validità in corso.

Invitiamo a  partecipare numerosi e a diffondere l'iniziativa.

Grazie a tutti per la collaborazione e buon allenamento!

Crl Judo

 


 

Fijlkam C. R. Lombardia sett. Judo

Aggiornamento date allenamenti di kata regionali

Spett.li società interessate,

a motivo del raduno nazionale FIJLKAM di kata, l'11 e 12 novembre, alcuni allenamenti di  kata, tra  quelli previsti nella precedente comunicazione, varieranno data e sede.

Si ricorda che gli allenamenti sono gratuiti, aperti a tutti e sono diretti da tecnici di kata di chiara competenza.

Gli allenamenti sono indirizzati a chiunque voglia migliorarsi nella pratica del kata, sia al fine di sostenere un esame, sia al fine di partecipare a competizioni, sia per cultura personale e per aumentare la propria conoscenza del judo.

In allegato tutte le informazioni.  

Cordialmente

Crl Judo

 


 

Winter TAIKAI 2018

con Soke INOUE Kyoichi Munenori

19° Caposcuola - Hontai Yoshin Ryu

San Marino, 19 - 20 - 21 Gennaio 2108

Inoltro circolare informativa, riguardante la venuta del 19 Soke dell'Hontai Yoshin Ryu, inerente al Taikai del mese di gennaio 18,
Che si terrà a San Marino.
 

M° Frassoni Aquilino

 


 

Seminario Psico e Sport

Buongiorno

Inviamo in allegato la locandina del seminario Psico sport che si terrà lunedì 18 dicembre 2017.

Cordiali saluti

Coni Delegazione di Varese

http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi/corso/2192.html

 


 

Ecco la tecnica che puoi imparare subito!

Ciao judoka

Sono già 2 anni che ho intrapreso questo percorso sul web, per divulgare lo studio del judo più completo e anche se all'inizio sono stato criticato da molti anche autorevoli judoka, oggi la mia piattaforma con tutti i video che racchiude, ha un valore tale che, non passa giorno che chi studia con me non mi ringrazia per tutto quello
che sta apprendendo.

Io stesso grazie ai feedback costanti che ricevo sto migliorando i miei video e ti metterò a disposizione più canali di visualizzazioni gratuite come instagram e you tube.

Nello stesso tempo sto pensando a nuove pubblicazioni su carta e ipotizzando una rivista specializzata sulla didattica, dove coinvolgere tutti i miei studenti.

Quante cose si possono fare, per dare a tutti un processo di apprendimento migliore.

Ma comprendo anche che chi non ha ancora visto nulla, rimanga ancora scettico.

Sto preparando per questo una serie di video su ogni singola tencnica partendo dalla forma base, e sviluppandola in più direzioni, poi le combinazioni, le difese e i controattacchi.

Ad esempio sapevi che Shasae Tsurikomi Ashi è una tecnica che puoi imparare con il giusto metodo senza avere troppa esperienza o forza?

Puoi anche applicarla sia a destra che a sinistra, sfruttando la stessa presa.

Una volta poi che l'avrai appresa tu, puoi insegnarla facilmente anche ai principianti, utilizzando lo stesso metodo didattico.

E' una tecnica che si presta al Randori da subito e può portare soddisfazioni perché è funzionale in ogni direzione

L'unica cosa su cui prestare veramente attenzione è il tempo di attacco

All'inizio io però sbagliavo l'opportunità corretta sul tempo di entrata, e anche se riuscivo a proiettare, spesso picchiavo la tibia contro il ginocchio del compagno.

E' capitato anche a te?

Se ti è successo anche una sola volta, allora sai di cosa sto parlando, del dolore pungente che provi quando prendi un colpo in quel modo.

Io però sono sempre stato un po' fissato, nel ripetere ciò che non mi veniva o di cui non ero completamente soddisfatto, e mi incaponivo fino a che non riuscivo

E così mi sono procurato una bella infiammazione alla gamba destra, e tanto di ricovero in ospedale.

Ci è voluto un mese per guarire, ma poi ho imparato a capire il movimento del di uke quando porta il peso sulla gamba che devo attaccare.

Tu puoi imparare Sasase da subito senza fare gli errori grossolani che ho fatto io, con il giusto tempo di attacco, posizionando in modo corretto il tuo corpo e capendo la distanza.

Per questo ho preparato per te 2 Video tratte dalle mie lezioni tecniche.

Il primo sulla forma base e le varie opportunità, il secondo sui renraku , le difese e i gaeshi

Per guardare l'anteprima Clicca Qui

Ho riservato per te che sei iscritto nelle mie liste una proposta ad offerta unica, per cominciare se non lo hai ancora fatto a studiare con me con questa modalità.

Guardala Cliccando Qui

Alfredo Vismara
Hanshi Dai Nippon Butokukai

P.S.: Sasae è una tecnica che riesci a fare bene a tutte le età, con molte opportunità di attacco e combinazioni, ma è necessario capire quando uke porta il peso e studiare una corretta posizione di entrata.

 


 

Newsletter SdS: Aperte le iscrizioni al seminario "Il coaching nella performance sportiva"

Il termine coach nasce nel mondo sportivo e viene usato per definire la persona che guida l’atleta o la squadra verso un risultato. Il coaching lavora sul far corrispondere la prestazione potenziale di un atleta con la sua prestazione effettiva, aiutando l’atleta a potenziare la propria intelligenza agonistica. Durante il seminario verranno illustrati i principi metodologici e operativi del lavoro con l’atleta che pratica individualmente o di squadra, secondo il modello SFERA e secondo i trends più recenti. Verrà inoltre presentato un costrutto innovativo nell’ambito della psicologia dello sport: l’Antifragilità. Per l’atleta è importante sviluppare la capacità di saper gestire in modo efficace l’imprevisto, l’errore e il cambiamento potendo evolvere e migliorare proprio dalle situazioni difficili o di crisi. Saranno presenti testimonianze di atleti e tecnici.

Visualizza il programma del seminario

DESTINATARI
Il seminario è aperto a tutti e indirizzato in modo particolare ai tecnici, ai preparatori fisici, agli psicologi che operano in tutte le discipline sportive.

DOVE
Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”, Largo G. Onesti 1, ROMA

QUANDO
8 novembre 2017

QUOTA
€ 300 + € 2 (bollo amministrativo)

SCONTI E CONVENZIONI
€ 270 + € 2 (bollo amministrativo): Società Sportive iscritte al Registro Coni, e Community SdS, specialisti e studenti di settore;
€ 150 + € 2 (bollo amministrativo): tecnici presentati da FSN/DSA/EPS, Sport in Uniforme, laureati e studenti in Scienze Motorie
€ 99 + € 2 (bollo amministrativo): Solo per aggiornamento Tecnici FISI

CREDITI FORMATIVI
Al termine del seminario verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Attività formativa valida per l’aggiornamento degli insegnanti ai sensi della direttiva MIUR 170/2016.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro lunedì 6 novembre. Dopo aver effettuato la registrazione sul sito della Scuola dello Sport, compilare il modulo online presente all’interno della scheda del seminario. Compilato il modulo si riceve una e-mail di conferma con i dati per effettuare il bonifico. L’iscrizione si riterrà completata con l’invio a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. della copia del bonifico e, per usufruire delle agevolazioni previste, della segnalazione da parte delle organizzazioni sportive di appartenenza (FSN, DSA, EPS, Sport in Uniforme, Scuole Regionali dello Sport) o copia del certificato di iscrizione o di Laurea in Scienze Motorie.

INFORMAZIONI
Tel: 06/3272.9235/9114
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CODICE SEMINARIO
B1-23-17

 

Ultima modifica ilDomenica, 29 Ottobre 2017 11:57
Copyright Judo Club Castellanza © 2013 | P.IVA 02866720127 |C.F. 90019360123 | Sito realizzato da Alessandro Branca